Associazione di Categoria per la Tutela e l'Assistenza dei Circoli Privati e delle Associazioni

Area Contatti per gli utenti.

Notizie Flash

Le Quote Associative del Circolo Privato

Le quote associative del Circolo Privato sono stabilite dal Consiglio Direttivo.

Il Consiglio Direttivo può deliberare un numero illimitato di quote associative, previo il rispetto della eguaglianza di applicazione.

Non sono legittime le quote associative discriminanti, nel senso che, ogni quota sociale che viene deliberata deve poter essere applicata a tutti i soci.

Ogni socio dovrà poter scegliere la quota sociale a cui aderire.

Abbiamo predisposto una serie di verbali del Consiglio Direttivo, che consentono di poter deliberare le quote associative in base alle specifiche attività svolte dal Circolo.

Attenzione, quanto abbiamo scritto è sicuramente valido se lo statuto è fatto bene.

Per maggiori approfondimenti, contattaci.

Lo staff ASMU

Chi è on line

 51 visitatori online
La Gestione delle Attività Sociali del Circolo Privato E-mail

E' apparso il menu Le Attività Sociali del Circolo Privato. Questo menu è nato grazie alle svariate richieste che abbiamo ricevuto.

Il Circolo Privato è, a tutti gli effetti, una Associazione e come tale deve effettuare le attività sociali che possano permettere il perseguimento degli scopi sociali previsti dall'Atto Costitutivo e Statuto.

Tra le attività sociali vi sono quelle di utilità sociale, di Promozione Sociale e di Promozione delle attività Sportive. Tali attività devono essere svolte. Ti raccomandiamo di consultare le attività socialmente utili.

Adesso ti illustriamo come devono essere gestite le attività sociali dei Circoli Privati.

Le linee programmatiche delle attività sociali sono stabilite dall'Assemblea dei Soci.

Il Consiglio Direttivo provvede ad espletare quanto necessario per creare le condizioni che possano consentire il raggiungimento delle linee programmatiche approvate dall'Assemblea dei Soci, curandone lo svolgimento ed il controllo. Potendo adottare, per motivi di urgenza, compiti demandati all'Assemblea dei Soci, previo iter da rispettare, che ha la sua complessità.

Il Presidente attua quanto deliberato dal Consiglio Direttivo, potendo anche emanare dispositivi Presidenziali, per motivi di urgenza, anche se di competenza del Consiglio Direttivo e/o dell'Assemblea dei Soci, previo iter da rispettare, che ha una complessità ancora maggiore di quella del Consiglio Direttivo.

Le attività sociali di un Circolo Privato, dal punto di vista fiscale.

ATTIVITA' ISTITUZIONALI. Sono tutte le attività non profit. Delle attività Istituzionali fanno anche parte le Raccolte Fondi occasionali. ATTENZIONE, perché le attività vengano considerate Istituzionali è necessario ottemperare ad una serie di adempimenti, dettati dal Decreto Legislativo 460/97. Altro adempimento importante è il modello EAS.

ATTIVITA' COMMERCIALI. Anche nei Circoli vi sono le attività commerciali, che devono essere gestite in modo completamente diverso dalle attività commerciali delle aziende. Attraverso una tipologia di contabilità semplificata ma particolare. E' doveroso fare molta attenzione e ti consigliamo di  affidarti ad esperti della materia, specie per la gestione degli Oneri Promiscui.

Per l'adempimento fiscale, la contabilità Istituzionale e quella commerciale devono essere separate.

Per la vita associativa, la contabilità Istituzionale e quella commerciale devono essere unificate per i seguenti motivi:

  1. discussione e delibere Assembleari;
  2. discussioni e delibere Consiglio Direttivo;
  3. per informativa ai soci.

La nostra applicazione risolve tutte le problematiche illustrate.

Se sei un commercialista o un ragioniere e vuoi specializzarti nella contabilità dei Circoli Privati, contattaci.

Se vuoi che la contabilità del tuo Circolo o della tua Associazione sia fatta dal nostro referente della tua zona, contattaci.

lo staff ASMU

 

STATISTICHE

Tot. visite contenuti : 1573147